Attivamente, un movimento studentesco sostenibile
Mobilità sostenibile, raccolta differenziata nelle scuole, lotta alla corruzione, alla mafia e alla disparità di genere
Elio Sanchez | 9 July 2020

Durante il periodo di lockdown, tre ragazzi: Andrea La Torre (14 anni, siciliano), Leonardo De Bellis (15 anni, pugliese) e Andrea Bonazzi (20 anni, lombardo) hanno fondato un movimento giovanile chiamato Attivamente.

Questo movimento è nato per far avvicinare i giovani a temi di attualità e non solo. L’idea è quella di candidare delle liste sotto il nome “Attivamente” nelle scuole di tutta Italia, sia per i rappresentanti d’Istituto che per i rappresentanti della Consulta Provinciale Studentesca. Le tematiche principali sono: la mobilità sostenibile (da poco hanno lanciato una petizione per creare nuove piste ciclabili nel comune di Palermo), raccolta differenziata nelle scuole, lotta alla corruzione e alla mafia ma anche alla disparità di genere.

“Attueremo una rivoluzione pacifica per cambiare le scuole e anche il mondo in cui viviamo. Crediamo in una scuola che incentivi gli studenti a portare avanti i loro hobby, una scuola con la raccolta differenziata. - garantisce Andrea, uno dei tre fondatori -  Siamo un movimento apartitico. Ci riuniamo una volta a settimana via Google Meet, per un paio d’ore e discutiamo dei temi da trattare nei post nella settimana successiva e non solo”.